.

Stracci

La nostra Pasta, trafilata con stampi in bronzo, viene essiccata in speciali celle per almeno 5/8 giorni ad una temperatura non superiore ai 38°, per non danneggiare il glutine, cuore e anima della pasta.

6,20 €
Tasse incluse
Quantità
Aggiungi ai preferiti

Il grano duro “Senatore Cappelli” viene macinato in un piccolo vecchio Mulino ad acqua, soltanto con le macine in pietra si riesce ad ottenere il semolato macinando il grano senza riscaldarlo. Il semolato (un minor numero di impurità rispetto alla semola), viene poi lavorato da un artigiano pastaio con procedimenti ancora artigianali che vede l’impiego di macchinari degli anni '50 che lavorano ad una temperatura media di 35°, una umidità dell’80-85% e una fase di essiccazione graduale in apposite celle (non tunnel) di almeno 5-8 giorni che preserva l’amido, essenziale per la protezione dell’intestino. Il grano duro “Senatore Cappelli” seme degli anni 30-40 il suo nome è in onore del Senatore Raffaele Cappelli promotore nei primi del 900 della riforma agraria che ha portato alla distinzione tra grano duro e tenero. E’ esente da ogni contaminazione da mutagenesi indotta con raggi X e Y del cobalto radioattivo, a differenza delle varietà di grano duro OGM irradiati, oggi utilizzati in agricoltura. Sembra che la modifica genetica di alcuni grani moderni sia correlata alla modificazione della loro proteina (Gliadina) alla quale è dovuta il malassorbimento (intolleranza al glutine e allergie). La pianta del Senatore Cappelli ha una altezza di circa 1.80 mt. (superiore a quella del grano comune) e contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali nonché caratteristiche di elevata digeribilità.

Leggi di più
Stracci
96 Articoli

Scheda tecnica

Peso
500 g
Ingredienti
Semolato di grano duro biologico “Senatore Cappelli”, acqua. Contiene glutine.

La nostra ricetta
Stracci e ceci

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

  • 160 gr di Stracci
  • 250 gr di ceci secchi oppure 400 gr di ceci al naturale
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco (oppure rosmarino) sale q.b.

Prima di tutto mettere a bagno i ceci secchi con un cucchiaino di bicarbonato per circa 12h, passaggio che potete saltare se utilizzate i ceci al naturale.  Poi soffriggete in una pentola capiente gli spicchi d’aglio precedentemente sbucciati e schiacciati con l’olio per 1 minuto.

Aggiungete i ceci, lasciate rosolare nel soffritto a fiamma vivace girando per un minuto. Aggiungete il prezzemolo tritato o il rosmarino. Se avete utilizzato i ceci secchi, allungate con 3 bicchieri d’acqua e lasciate cuocere per circa 40 – 50 minuti con coperchio finché non risultano morbidi.

Se avete utilizzato i ceci al naturale aggiungete un solo bicchiere d’acqua e lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco basso con coperchio. Infine prelevate 1 mestolo colmo di ceci e ponete da parte. Poi aggiungete alla pentola circa 2 bicchieri d’acqua, fate bollire e aggiungete la pasta. A questo punto fate cuocere su fuoco bassissimo e soprattutto girate spesso, in modo che la pasta non si attacchi al fondo e risulti cremosa. Il risultato finale dev’essere una pasta con i ceci cremosa, avvolgente.

A pochi minuti dalla fine, eliminate l’aglio;  aggiungete il sale, il mestolo di ceci messo da parte e un’altra manciata di prezzemolo tritato. Girate e completate la cottura. Ecco pronta la Pasta e ceci . Servitela calda!

0