.

Linguine

La nostra Pasta, trafilata con stampi in bronzo, viene essiccata in speciali celle per almeno 5/8 giorni ad una temperatura non superiore ai 38°, per non danneggiare il glutine, cuore e anima della pasta.

6,20 €
Tasse incluse
Quantità
Aggiungi ai preferiti

Il grano duro “Senatore Cappelli” viene macinato in un piccolo vecchio Mulino ad acqua, soltanto con le macine in pietra si riesce ad ottenere il semolato macinando il grano senza riscaldarlo. Il semolato (un minor numero di impurità rispetto alla semola), viene poi lavorato da un artigiano pastaio con procedimenti ancora artigianali che vede l’impiego di macchinari degli anni '50 che lavorano ad una temperatura media di 35°, una umidità dell’80-85% e una fase di essiccazione graduale in apposite celle (non tunnel) di almeno 5-8 giorni che preserva l’amido, essenziale per la protezione dell’intestino. Il grano duro “Senatore Cappelli” seme degli anni 30-40 il suo nome è in onore del Senatore Raffaele Cappelli promotore nei primi del 900 della riforma agraria che ha portato alla distinzione tra grano duro e tenero. E’ esente da ogni contaminazione da mutagenesi indotta con raggi X e Y del cobalto radioattivo, a differenza delle varietà di grano duro OGM irradiati, oggi utilizzati in agricoltura. Sembra che la modifica genetica di alcuni grani moderni sia correlata alla modificazione della loro proteina (Gliadina) alla quale è dovuta il malassorbimento (intolleranza al glutine e allergie). La pianta del Senatore Cappelli ha una altezza di circa 1.80 mt. (superiore a quella del grano comune) e contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali nonché caratteristiche di elevata digeribilità.

Leggi di più
Linguine
80 Articoli

Scheda tecnica

Peso
500 g
Ingredienti
Semolato di grano duro biologico “Senatore Cappelli”, acqua. Contiene glutine.
Valutazione 

28/06/2023

Ottimo prodotto

Pasta ruvida, che trattiene molto bene il sugo, con ottima tenuta in cottura.

La nostra ricetta
Linguine alla crema di fave e scampi

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

  • 400 gr Linguine
  • Scampi
  • Fave fresche
  • 1/2 Cipolla bianca
  • Limone q.b.
  • Olio evo⁠ q.b.
  • Sale⁠ q.b.

Portate a bollore dell’acqua in un pentolino, scottate le fave per circa un minuto, scolatele e passatele sotto

l’acqua corrente ed eliminare la pellicina esterna.

Tagliate la cipolla a fettine sottili, scaldate l’olio in una padella antiaderente, aggiungete le fettine di cipolla e

fatele appassire a fuoco basso. Aggiungete le fave sgusciate e fatele insaporire velocemente.

Sgusciate gli scampi e fateli marinare in un’emulsione di olio e succo di limone.

Cuocete le linguine. Nel frattempo frullate fave e cipolle con un filo d’olio fino a formare una crema liscia,

aggiungendo un po’ di acqua di cottura della pasta. Scolate la pasta e saltatela nella crema di fave.

Impiattatela, aggiungete gli scampi marinati e servite a tavola.

0